Cosa significano i tarocchi?

Conoscere le tecniche per disegnare i tarocchi, leggere e poi capire i segni che appaiono e saper leggere il futuro come i famosi chiromanti, tutti lo sognano. In effetti, molti sono coloro che vogliono penetrare il segreto di queste misteriose carte con poteri divinatori.

Qual è l’origine esatta della tarologia?

Ereditata dagli zingari o dagli egiziani, l’origine della tarologia rimane, fino ad oggi, un grande mistero per tutti.  Apparse per la prima volta nel Nord Italia tra il XV e il XVI secolo, i tarocchi sono mazzi di carte colorate con immagini simboliche ed emblematiche che contengono ognuna una specifica interpretazione. Ancora oggi, i “tarocchi di Marsiglia”, un set di 78 tarocchi resi popolari nel 1930, sono ancora molto popolari e attirano sempre più persone.  Il “tarocco di Besançon” è anche un’altra versione dei tarocchi di Marsiglia, che apparvero a Strasburgo nel XVIII secolo e continuano ad essere disegnati ancora oggi.

L’interpretazione dei segni dati dai tarocchi

Per poter leggere i tarocchi, l’interpretazione di un segno (o di segni) attraverso le immagini che mostrano è la cosa più importante da padroneggiare. Il famoso Bateleur indica così la potenza e l’ardore, ma può anche (a seconda della posizione in cui appare) essere interpretato in modo negativo.  Allo stesso modo, la carta dell’Imperatore potrebbe essere interpretata come una necessità per ricominciare tutto da capo ma, al contrario, potrebbe essere di buon auspicio.

L’immagine del Papa, da parte sua, potrebbe essere interpretata come una promessa di felicità che dovrebbe cancellare ogni ansia. È anche indispensabile fare attenzione alle false interpretazioni. Ad esempio, l’immaginario dell’Amante non significa in alcun modo l’inizio di una storia d’amore, ma è una mappa sinonimo di libertà. Altre carte che meritano particolare attenzione sono la carta della Giustizia o la Ruota della Fortuna.

I diversi modi di disegnare i tarocchi

Imparare la predizione è anche saper disegnare le carte. La prima cosa da fare è mescolare bene le carte. Poi viene il taglio e da questo taglio, sarà importante rimuovere le due carte che separano i due mazzi. Queste due carte saranno interpretate per prime. Va anche notato che ci sono diversi modi per pescare le carte, come la pesca a croce, la pesca astrologica o la prima estrazione del nome.